Donna di 34 anni muore a Palermo per overdose di chemioterapia

Un dosaggio sbagliato è stata la causa della morte di Valeria Lembo, una donna di 34 anni deceduta per overdose di chemioterapia il 29 dicembre 2011 presso il Policlinico di Palermo.

Il primario del reparto di Oncologia medica, infatti, non avrebbe controllato il lavoro degli specializzandi, che hanno somministrato un farmaco chemioterapico con un dosaggio dieci volte maggiore rispetto alla prescrizione.

Vinblastina chemioterapia
Il corretto dosaggio dei farmaci chemioterapici è fondamentale

Per tale motivo, il PM ha chiesto per il primario e per la sua collega di reparto una condanna superiore a 4 anni, con l’accusa di omicidio colposo; medesima accusa per gli specializzandi e le infermiere professionali.

Alla paziente, malata di linfoma di Hodgkin, al posto di nove milligrammi di Vinblastina ne furono somministrati novanta, un errore fatale per la donna siciliana.

Il primario, accortosi dell’errore, provò a falsificare la cartella clinica per nascondere a tutti l’errore medico nel sovradosaggio e per evitare ogni responsabilità personale.

 

Errore Medico Sanitario © RIPRODUZIONE RISERVATA

Geotag: Palermo, Sicilia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...