Medico del 118 aggredito dai parenti dell’ammalata

Il 30 ottobre 2017, mentre prestava aiuto ad una donna, un medico del 118 dell’ospedale Ascalesi di Napoli è stato aggredito con calci e pugni da un familiare della paziente.

Il motivo sarebbe stato il ritardo con cui sono stati prestati i soccorsi alla donna, trasportata poi all’ospedale Loreto Mare per una semplice crisi di panico con codice verde.

Ospedale Loreto Mare di Napoli
L’ospedale Loreto Mare di Napoli, dove è stata condotta la donna in crisi di panico

Per le continue aggressioni verbali e fisiche nonché per le minacce di morte che subiscono sul lavoro, molti medici e infermieri sono impauriti e stressati, senza qualsiasi forma di tutela.

Si pone, ancora una volta, la necessità di una maggiore tutela e di una difesa legale dei medici e degli altri operatori del settore contro questi assurdi episodi di violenza.

Non è il primo episodio di violenza gratuita che si verifica in Campania: il 15 ottobre 2017, a Sarno in provincia di Salerno, il padre di una neonata nata morta ha aggredito il ginecologo e devastato il reparto operatorio dell’ospedale, in preda ad un raptus di rabbia.

 

Errore Medico Sanitario © RIPRODUZIONE RISERVATA

Geotag: Napoli, Sarno, Salerno, Campania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...